Crea sito

Sindrome femoro patellare esterna

Si tratta di una patologia che si riscontra in pratica unicamente nelle giocatrici di alta statura che presentano uno squilibrio muscolare tra i due vasti(muscoli che compongono il quadricipite),con un vasto interno meno sviluppato rispetto a quello esterno.

Questo squilibrio comporta una pressione permanente sulla parte seterna della faccia posteriore della rotula nella troclea femorale

La frequenza di maggior riscontro di questa patologia si ha a causa di un non perfetto sviluppo a carico dell'apparato muscolare (eccessivo lavoro dinamico quando l'ossatura e' in fase di crescita).

Il processo diagnostico verra' completato in base all'esame clinico del ginocchio con radiografie, esame obiettivo della rotula con verifica della mobilita'.

I radiogrammi verranno eseguiti con angolo di circa trenta gradi di flessione che permette di visualizzare la transizione rotulea verso l'esterno.

 

La terapia

Inizialmente si puo' tentare un approccio medico e secondariamente si procedera' all'intervento chirurgico di riallineamento rotuleo chiamato trasposizione tuberosita' tibiale o comunementa ATA.

Per quanto concerne il trattamento medico ,inutile dire che il riposo funzionale e' prioritario, almeno tre o quattro settimane con la concomitante assunzione di terapia farmacologica antinfiammatoria;esercizi fisici di estensione o iperestensione del ginocchio con l'aiuto di manipolazione manuale con sedute di 20 minuti circa per un paio di volte alla settimana;lavoro di esercitazione isometrica per sviluppare maggiore tonicita' del muscolo quadricipite.

Applicazione di un bendaggio ad hoc

LISTA DEI MATERIALI:

4-8 COMPRESSE DI GARZA;

VASELINA(UN VASETTINO);

SPRAY PROTETTIVO;

SOTTOSTRATO IN GOMMAPIUMA;

BENDA ELASTICA  DA 6 CM;

BENDA INESTENSIBILE(STRAPPAL) DA 2,5 E DA 4CM;

FORBICI SMUSSE.

Il paziente e' posizionato disteso con ginocchia leggermente flesse,

1)si spruzza lo spray protettivo dalla coscia al polpaccio.

2)applicazione sottostrato di gommapiuma

3)ancoraggio superiore e inferiore  con due passate senza tensione con benda elastica

4)preparare un pezzo di benda elastica che va dall'ancoraggio superiore a quello inferiore e creare al centro un occhiello per permettere alla rotula di incastonarsi dentro(vedi figura)

 

5)si procede poi applicando 4 fasce attive inestensibili da 2,5 cm con il ginocchio a 5,15,30 e 45 gradi di flessione .

la prima si applica sulla parte esterna  della rotula;l'estremita' superiore raggiunge poi l'ancoraggio superiore con asse obliquo verso l'alto e l'interno.

si fissa una benda inestensibile da 2,5 cm sui due ancoraggi con fasce circolari aperte e applicate senza esercitare alcuna tensione.

Le altre tre bende si applicano e fissano seguendo questo schema a 15,30,45 gradi di flessione rispettivamente.

6) Si applicano 4 fasce inestensibili(strappal) da 4 cm ai due lati del ginocchio interno ed esterno(8 fasce in tutto)

Le fasce sono disposte  a doppio ventaglio per stabilizzare il ginocchio sul piano frontale.

A questo punto si termina il bendaggio proteggendo il cavo popliteo come nel capitolo della contenzione adesiva della tendinite rotulea.

Il bendaggio si conclude sovrapponendo sopra tutto  il taping con il passaggio di due bende elastiche applicate senza tensione .

 ESCAPE='HTML'