Crea sito
TITOLO INTRODUTTIVO CORSO TAPING NEUROMUSCOLARE

Tra le terapie manuali a disposizione degli operatori della riabilitazione possiamo annoverare il taping  elastico cutaneo .L’applicazione del tape sulla cute mediante un’azione meccanica suscita delle risposte biologiche ,organiche,chimico-fisiche  e di tipo neuromuscolare,vascolare e interstiziale.Come per tutte le terapie manuali ,sia per la comprensione del razionale d’uso ,sia per l’apprendimento della corretta applicazione del tape risulta fondamentale conoscere bene l’anatomia topografica ,la fisiologia ,la fisiopatologia,la clinica e le piu’ moderne strategie riabilitative.Tutti questi argomenti vengono ripresi  e approfonditi durante le lezioni di questa guida on line per il taping in campo ortopedico e flebo linfologico.
Applicazione del tape in campo ortopedico e traumatologico ed in campo linfologico.
DESCRIZIONE DEL TAPE:


Vediamo ora le principali caratteristiche del nastro che utilizzeremo ora.

 

LO SPESSORE DEL TAPE E' SIMILE A QUELLO DELL'EPIDERMIDE UMANA

Il tape e’ un nastro di cotone  adesivo elastico a corta estensibilta’  e non e’ medicato
Ha uno spessore inferiore al millimetro molto simile all’epidermide che e’ di 0,6 millimetri E’ ricoperto con un adesivo acrilico  latex free che e’ spalmato ad olio ,la parte adesiva e’ protetta da una carta removibile sulla quale il nastro viene attaccato con una preestensione del 10 %.L’estensibilita’ totale del nastro\tape e’ del 30-40 %,il tape e’ monoelastico ed e’ estensibile nel solo senso longitudinale.

Una volta applicato e riscaldato con un leggero massaggio risulta molto stabile all’acqua.Il tempo di applicazione varia da paziente a paziente in relazione alle condizioni cliniche generali e locali e nello stesso paziente varia in relazione alla fase riabilitativa

GLI EFFETTI BIOLOGICI E VASCOLARI DEL TAPING

Il tape determina delle azioni meccaniche di compressione e decompressione ,di trazione e rilasciamento direttamente correlati ai movimenti sulla  regione corporea in cui viene applicato;queste azioni si trasmettono alle fibre nervose e connettivali ,recettoriali, interstiziali ,sanguigne e linfatiche.L’azione di compressione e decompressione sull’interstizio influenza la filtrazione capillare ed il riassorbimento linfatico .In relazione all’effetto terapeutico desiderato il nastro si applica con diversi gradi di estensibilita’.

IL CORSO DI TAPING PER PROBLEMI LINFODRENANTI

APPLICAZIONE DEL TAPE IN RIABILITAZIONE LINFOLOGICA:


Mostreremo alcune applicazioni del tape in campo linfologico.La buona conoscenza dell’anatomia topografica del  sistema linfatico superficiale e’ la condizione fondamentale per la comprensione.Il sistema linfatico superficiale risulta diviso  per ogni territorio linfatico esiste una stazione linfonodale detti anche linfonodi territoriali. I linfonodi territoriali per gli arti inferiori sono quelli inguinali,mentre per i quadranti superiori il tronco e le braccia sono quelli ascellari. I linfonodi territoriali per il capo ed il collo sono quelli sovraclaveari.
Sappiamo che gli sparti acque linfaticii(sulla linea ombelicale) separano territori linfatici adiacenti.
L’applicazione del tape nel caso di un linfedema deve tener conto quindi del tipo di lesione linfatica che lo ha causato e di conseguenza si decide la regione su cui convogliare la linfa valutando direzione sede e senso di applicazione del tape.
In caso di edema linfatico risulta fondamentale valutare se il territori linfatico e’ sufficientemente funzionante oppure no.In caso negativo bisognera’ convogliare la linfa verso territori linfatici adiacenti.

  • SCHEMA SISTEMA LINFATICO PER NEUROTAPING
  • DISTRETTI CORPOREI E STAZIONI LINFONODALI
  • QUADRANTE SUPERIORE LINFONODI ASCELLARI

LINFODRENAGGIO SOTTOMAMMARIO E SOTTOASCELLARE

INDICAZIONI AL TAPE SOTTOMAMMARIO E SOTTOASCELLARE:

Molteplici sono le indicazioni all'uso del tape linfologico in nella regione sottomammaria e sottoascellare.

Gli edemi linfatici di quest'area trovano la loro causa in seguito alla rottura di fibre muscolari(strappi da stiramento),ad ematomi da contusioni  ,per stasi venosa primaria o secondaria per interventi chirurgici al seno (post mastectomia).

LO SCOPO DEL TAPE SOTTOMAMMARIO:

Ovviamente quello che ci prefiggiamo con l'applicazione del nastro sulla cute e' la riduzione dell'edema migliorando la microcircolazione locale come piu' volte ribadito in questo contesto.

TUTORIAL PER APPLICARE IL TAPE SOTTOMAMMARIO:

Bisogna assicurarsi che il paziente abbia la cute integra,asciutta e pulita.Bisogna evitare di far aderire il tape su areee cutanee che presentano  nei ,o piccole lesioni, evitandole durante l'applicazione.Il paziente sta in piedi e piega il tronco dal lato opposto a quello da trattare per mettere in estensione la superficie cutanea.Siu applica la base sul finaco come mostrato nel video e poi si irraggiano le varie corde del tape avendole opportunamente tagliate alla misura corretta.

Dopo aver finito l'applicazione  del nastro massagiare con il palmo della mano per una adesione ottimale.

Quanto appena descritto e' visionabile nel video sotto.

 

APPLICAZIONE DI TAPING LINFOLOGICO PER L'ARTO SUPERIORE

APPLICAZIONE DELTOIDEA DEL TAPE:


La via deltoidea e’ una via linfatica di collegamento tra il terzo medio del braccio e i linfonodi sovraclaveari .Questa via di collettori linfatici porta la linfa direttamente in territorio dei sovraclaveari saltando la via ascellare.Nell’80%  delle persone e’ presente  questa via  e che noi andiamo a sfruttare con il nostro taping linfologico.Il tape linfologico ha una base e tante code .
In posizione di riposo del paziente,  applichiamo la base  sulla stazione sovraclaveare  e tagliamo la carta protettiva

NELL'PPLICAZIONE DEL TAPE TAGLIARE LA CARTA PROTETTIVA ALLA BASE DEI CODINI

Tagliare carta protettiva

FAR ADERIRE CON LEGGERO MASSAGGIO IL TAPE ALLA BASE DEL COLLO

Eseguiamo un leggero massaggio sul tape per far aderire sufficientemente alla cute il nastro.

nell'applicazione del taping per il deltoide il collo va piegato di lato per facilitare il lavoro del tape

Si fa inclinare il collo del paziente portandolo in leggera flessione

Far portare la spalla anteriormente e procediamo nell'applicare i nastri facendo scorrere ogni singola coda tra le dita ricordandosi di massaggiare delicatamente il nastro sulla cute appena messo.

far portare in dietro la spalla e in extrarotazione per l'applicazione delle restanti bandellette di taping

Meta' delle code le abbiamo appena applicate dal collo lungo il deltoide fino al braccio.Adesso chiediamo al paziente di portare la spalla in dietro e in leggera extrarotazione e applicare le restanti strisce di tape.

 

Il tape per linfodrenaggio deltoideo che sfrutta le stazioni linfonodali del collo e' completo.Puo' essere mantenuto per diversi giorni,ci si puo' lavare ed e' efficace per togliere il dolore al collo e alla spalla per fenomeni di contrattura muscolare da stress o da stiramento o semplicemente fatica muscolare.

TAPING NEL CASO DI LINFEDEMA ARTO SUPERIORE

Nel caso del linfedema dell'arto superiore ,qualora i linfonodi ascellari e quelli sovraclaveari con la via deltoidea non fossero sufficienti al drenaggio linfatico  dell'arto superiore stesso ,possiamo usufruire dello sparti acque axillo axillare ossia utilizzare lo spartiacque territoriale mediano per portare la linfa dal territorio malato verso quello sano.In questo caso la base del nostro linfotape va posta sul territorio sano il piu' vicino ai linfonodi ascellari sani.Applichiamo la nostra base col paziente a riposo e rilassato,chiediamo allora al nostro paziente di allungare il piu' possibile per stirare la muscolatura della schiena in posizione di ipercifosi.Lo spartiacque e' situato tra le due ascelle come si vede dal filmato.Dopo aver tagliato la carta protetiva alla base del tape e aver fatto aderire con un leggero massaggio procediamo come descritto in precedenza all'applicazione delle varie code di tape con una tensione del 10% circa come si evince nel filmato.Le code si distanziano l'una dall'altra di circa la misura di un dito.E' molto importante non far aderire il tape dove vi sono delle alterazioni cutanee come brufoli o nei e percio' la direzione del nastro va opportunamente deviata in corrispondenza di queste aree di lesione cutanea.Per agevolare l'aderenza dei nastrini di tape e' opportuno arrotondare i bordi con una forbice.Finita l'applicazione dei nastrini si procede al massaggio di riscaldamento al fine di rendere ben aderenti alla cute i nastri appena applicati.